L'area del cinema Gambrinus prima del 1974
Il cinema Gambrinus in costruzione
La sala nel 1974
L'atrio del cinema nel 1974
Franco Stefani, il fondatore del cinema Gambrinus
Franco Stefani al proiettore
Il cinema Gambrinus oggi
La sala odierna

La nostra storia

Il cinema Gambrinus è stato inaugurato il 24 gennaio 1974, dopo due anni di costruzione. Fu fortemente voluto da mio padre, Franco Stefani, che malgrado molti ostacoli e difficoltà riuscì a coronare questo sogno. Negli anni '50 gestiva il Teatro Vittoria dove proiettava le pellicole in bianco e nero e la musica di un grammofono annunciava l’inizio degli spettacoli.

 

Fu progettato dall’architetto Maioli, mentre gli interni sono opera dell'architetto Celio Francioni. Il film proiettato per la serata inaugurale fu: "Questa specie d'amore" di Alberto Bevilacqua. La serata successiva venne proiettato: "La prima notte di quiete" di Valerio Zurlini.
 

Il cinema aveva le poltrone rosse e la moquette alle pareti marrone, era uno dei pochissimi cinema in cui si poteva fumare (perché dotato di impianto di ventilazione forzata), come si può notare dal cartello posto all’ingresso vicino alla cassa (vedi foto). Il Gambrinus dal giorno della sua inaugurazione non ha mai cessato le sue proiezioni e nel corso degli anni ha ospitato le varie manifestazioni del paese come: “Poeti di casa nostra”, i “ Mostrival “, le Commedie, i Convegni Medici ecc...
 

Negli anni '80 è stato sede del set cinematografico del film "Burro" con Renato Pozzetto ed Elena Sofia Ricci; Tonino Guerra ha festeggiato qui i suoi 75 anni con Mastroianni, Wenders e tanti altri (vedi filmato). Nel 1999 si è svolta la “Prima Nazionale” del film “Asini” con Claudio Bisio e Fabio De Luigi (vedi filmato).
 

Nonostante la crisi del cinema e soprattutto delle monosale il Gambrinus continua a programmare film in prima visione tutto l’anno e in agosto una rassegna di tutti i migliori film della stagione cinematografica.

Emanuela Stefani